ROMA CALLING

Deadline: 05.02.2018
Per artisti/e under 40 che siano cittadini/e svizzeri/e, residenti in Svizzera, o con comprovati legami con istituzioni culturali o scientifiche svizzere


Programma transdisciplinare per giovani artisti e ricercatori all’Istituto Svizzero

L’Istituto Svizzero di Roma, dalla sua fondazione nel 1949, promuove la formazione di giovani artisti e ricercatori offrendo loro la possibilità di una residenza di 10 mesi a Roma. L’ISR offre, con il suo programma di residenze, la possibilità di partecipare a un programma transdisciplinare con attività di ricerca nell’ambito di diverse discipline e pratiche scientifiche e artistiche. In tale ambito l’Istituto Svizzero di Roma bandisce un nuovo concorso per dodici posti di residenti a Villa Maraini da settembre 2018 a luglio 2019.

Il concorso si rivolge ad artisti/e delle arti visive, design, architettura, cinema, letteratura, danza, teatro, musica, ecc. e a ricercatori/trici di scienze umane, sociali e naturali che desiderano svolgere le loro ricerche a Roma affrontando in parallelo campi di studio e sperimentazioni che superano i confini tradizionali tra le discipline scientifiche e pratiche artistiche. Il concorso è aperto a cittadini/e svizzeri/e, ai residenti in Svizzera, o a chiunque abbia comprovati legami con istituzioni culturali o scientifiche svizzere. Per semplificazione è stato utilizzato a volte il genere maschile ma il concorso s’intende aperto ad artisti e ricercatori di entrambi i sessi. I candidati dovranno presentare un progetto di ricerca personale o un programma di lavoro che necessiti o giustifichi un soggiorno a Roma e/o s’inserisca nel programma transdisciplinare. La durata del soggiorno è di circa 10 mesi (dal 10 settembre 2018 al 1 luglio 2019).
Limite di età: 40 anni alla scadenza del bando di concorso.

La residenza implica, oltre al progetto personale, la partecipazione attiva al programma.

Ogni residente beneficia dell’ospitalità a Villa Maraini, sede dell’Istituto Svizzero (alloggio, pranzo, una postazione di lavoro in biblioteca o un atelier per gli artisti). I residenti, da parte loro, devono procurarsi autonomamente un contributo per le ulteriori spese di sostentamento a Roma: gli artisti si rivolgeranno a tal fine ai cantoni, alle città o a fondazioni, i ricercatori al Fondo nazionale svizzero o a fondazioni. I residenti che non siano riusciti a ottenere un finanziamento dal cantone, dalla città o da altre fondazioni, malgrado tentativi documentabili, potranno richiedere un sostegno all’Istituto Svizzero (per un massimo di 1.500 CHF al mese per la durata della loro residenza).

I candidati selezionati dalle rispettive commissioni artistica e scientifica saranno invitati a un colloquio con la giuria tra fine marzo/inizio aprile 2018. I risultati della selezione saranno comunicati a inizio maggio 2018 e una riunione dei futuri residenti è prevista nel mese di giugno in Svizzera (è richiesta la partecipazione di tutti a questa prima riunione).

Tutte le informazioni: istitutosvizzero.it/roma-calling